A Spasso tra i Murales | Parte 1

Ormai è da tempo che vi porto a spasso tra i luoghi più belli della Riviera dei Cedri, lo faccio davvero con molto piacere perché amo visitare, osservare e raccontare secondo il mio punto di vista.

Abbiamo percorso insieme tanti km, ma ancora abbiamo visto solo il 10/20% di quello che c’è da vedere in Riviera!

Oggi ho deciso che vi porterò in viaggio verso Diamante, cittadina della Riviera dei Cedri con una particolarità unica… è un museo a cielo aperto!

Diamante è riconosciuta in tutto il mondo grazie a queste opere che si trovano tra le vie del borgo marinaro, i Murales, meta di molti turisti che vengono a Diamante per ammirarli da vicino.

Mi sveglio di buon ora, prendo un caffè sul terrazzo, preparo lo zaino con tutta la strumentazione da “esploratore” e mi incammino, con la mia Vespa, verso Diamante.

La Città dei Murales

La temperatura è gradevole, dato l’orario.
La cittadina appare tranquilla e “impegnata” nella routine di tutti i giorni.

Ai lati della strada si riconoscono i turisti che fotografano, discutono, si fermano ad ammirare.

A un certo punto, mentre cerco parcheggio, attira subito la mia attenzione un Murales che è talmente bello e particolare da farmi rimanere fermo per strada ad ammirarlo:

Diamante si presenta così.
Penso che ne vedrò delle belle!

Tra le Vie del Borgo Marinaro

Dopo aver parcheggiato la Vespa mi addentro tra le vie del borgo marinaro.

Ecco che iniziano una serie di immagini, storie, racconti di vita quotidiana del presente e del passato.

è davvero un museo a cielo aperto!

Alcuni Murales sembrano parlarti, come se volessero raccontare delle storie, come se volessero raccontare le emozioni delle migliaia di persone che si fermano ogni volta, con il naso all’insù, a guardare.

I Murales che osservo rappresentano scene diverse:

  • alcune sono astratte e mi fanno riflettere sul loro significato;
  • altre rappresentano l’antica, e ancora presente, tradizione marinara;
  • altre opere mi fanno riflettere sulla contemporaneità.

Ogni vicolo narra una storia e, se ti fermi e osservi con attenzione, ogni dipinto ti lascia qualcosa.

Passeggiare tra i vicoli del borgo marinaro è davvero un’esperienza da vivere, con gli occhi sempre “impegnati” ad osservare i Murales e il mare che ogni tanto fa capolino tra le case.

Si percepiscono profumi intensi di cibo e fiori, il borgo è vivo e comunica anche grazia a questi odori unici e inebrianti.

Mentre cammino tra le vie di questo museo, mi addentro in un piccolo vicolo dove qualcosa attira subito la mia attenzione.

è un signore anziano che, appoggiato al muro, emette come un lamento, forse un pianto.

Decido di avvicinarmi a questa persona per chiedere se ci fosse qualche problema e mi accorgo che, in effetti, stava piangendo

FINE PRIMA PARTE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.