In viaggio verso Cittadella del Capo

Come tutti i giorni mi alzo alla buon’ora, nel gelido freddo che contraddistingue la stagione invernale, con la sicurezza di aprire la finestra e ammirare la classica giornata cupa senza un briciolo di raggio solare.

Invece ecco che di fronte a me, si presenta un sole cocente senza alcun scorcio di nuvola attorno, evento più unico che raro di questi periodi e sapete benissimo quanto quest’atmosfera sia l’ideale per chi ha voglia di esplorare luoghi sconosciuti.

Sono tanti i territori che ho esplorato nel proseguio del mio hobby, una delle mie prerogative è quella di non voltare lo sguardo verso altri lidi finchè non ho esplorato un determinato territorio fino in fondo. Meglio pochi ma ben conosciuti.

Motivo per cui apro la mia cartina, e ancora una volta punto dritto sulla Riviera dei Cedri. Aaah che luogo meraviglioso!

L’ultima volta che sono stato, in questo ammirevole luogo, ho visitato Diamante meglio nota come città dei murales, che ha lasciato dentro di me emozioni indelebili.

(Vi lasciamo il link dell’articolo su Diamante per chi se lo fosse perso)

https://jiminriviera.net/2020/11/14/a-spasso-tra-i-murales-parte-2/

Nel mio girovagare, ho avuto la fortuna di diagolare con diversi abitanti della zona e molti di esso, alla domanda “Quale altro luogo mi consigli di visitare nella Riviera dei Cedri?” Hanno risposto senza pensarci molto “Cittadella del Capo”.

Decido allora di riaccomodarmi nuovamente, sulla sella della mia Vespa, con unica meta di viaggio Cittadella del Capo.

Come per tutti i paesi che circoscrivono la Riviera Dei Cedri, il colpo d’occhio che si può avere, nel mix che si crea tra il verde delle foglie e l’azzurro del mare, è impareggiabile.

Un paesino alquanto particolare, che in tutta la sua naturalezza, è un monumento storico vivente, pensate che le sue origini risalgono all’antica “Fella”.(così chiamato allora il territorio che comprendeva Cittadella del Capo)

La giornata è fantastica, la brezza marina accompagna la mia esplorazione! Cittadella del Capo, è una delle mete più ambite della Riviera dei Cedri per via delle sue spiaggie pulite e del mare cristallino.

Come ormai di consuetudine, in tutti i piccoli territori in cui mi fermo per saziare la mia fame esplorativa, mi adagio ad un bar per gustare un caffè o qualche prodotto tipico della zona.

Un’esperienza non è mai totale se non è addizzionata a quella culinaria!

Di conseguenza mi avvio verso un grazioso bar che si trova nella zona del lungomare ed ordino un caffè. Il giovane barista si mette subito a lavoro, lo prepara e me lo porge.

D’un tratto inaspettamente…

“Posso farle una domanda?” esclama il giovane

“Certo” rispondo io

“Lei non è della zona vero?”

“No…”

Iniziammo così a discutere del più e del meno, una persona veramente cordiale.

Ed è grazie al suo consiglio, che ho conosciuto uno dei monumenti più suggestivi che abbia mai visto: Il Palazzo del Capo.

Una struttura risalente all’XI secolo, secolare residenza della famiglia dei Duchi de Aloe. Col trascorrere dei secoli, l’edificio principale divenne poi residenza di nobili famiglie, dai principi di Carata di Belvedere.

Questi ultimi nell’Ottocento si dedicarono soprattutto al potenziamento della parte rurale, costruendo un oleificio impiantando un vigneto e creando un orto-giardino per la coltivazione di agrumi e fiori.

Nel 1986 questa splendida struttura è stata dichiarata “bene di notevole interesse artistico e storico”, e cinque anni più tardi aperto al pubblico come albergo, che a buon diritto è entrato a far parte dell’associazione “Abitare la Storia”.

Come sempre accade quando sono preso nell’esplorazione della Riviera dei Cedri, il tempo vola, e senza che me ne accorgessi, sono arrivate le 19.

Non ho avuto neanche il tempo di tornare a salutare e ringraziare quel bravo barista. Vuol dire che non sarà un addio, ma un arrivederci. Perchè qui a Cittadella del Capo ci sono tante altre meraviglie da esplorare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.