Grisolia: Il borgo sospeso nell’aria

Ancora una volta ho ascoltato il telegiornale nella speranza di, dopo molto tempo, apprendere qualche buona notizia.

Ma come ormai va avanti da più di un anno la mia richiesta non è stata accolta.

I contagi non tendono a diminuire così come i morti, di conseguenza le restrizioni non andranno verso l’allentamento.

A quanto pare il coprifuoco resterà attivo fino al 31 di Luglio.

Ciò significa che non potrò godermi il romantico cornetto di mezzanotte che si gusta di consuetudine nella Riviera dei Cedri.

Romantico perchè te ne innamori ad ogni morso!

Speriamo che la pandemia possa rallentare il suo corso, almeno ad Agosto così avremo la possibilità di arricchire la nostra esperienza estiva.

Per fortuna in periodo di alta stagione, si può sempre trovare qualcosa da fare all’interno della costa tirrenica cosentina!

Giornate sportive come trekking, cicloturismo o allenamenti all’aperto, uscite in barca, rafting, paracadutismo o visite guidate all’interno dei più bei monumenti storici della Riviera dei Cedri.

Oggi il sole splende alto su di noi, il fine settimana è vicino, di conseguenza già conoscete dove la mia attenzione è rivolta.

La cartina aperta davanti a me proiettava nella mia mente i fantastici trascorsi il quel piccolo tratto costiero, una sensazione incredibile.

Ancora il clima purtroppo non è ottimale per poter trascorrere una giornata in spiaggia, motivo per cui decido di optare per un luogo di montagna, capace di attirarmi nella sua naturalezza.

Grisolia è la mia destinazione!

Sono rimasto affascinato da questo paesino sin dalle prime descrizioni lette attentamente girovagando per il web.

Ed ho scoperto la particolare conformazione del luogo in cui si erge questo grazioso borghetto.

Arroccato su di un colle, il paese di Grisolia dista a soli 900 metri in linea d’aria da un altro paesino meglio noto come Maierà.

Un pò come i cavalieri di un tempo che assaltando i castelli nemici, si ritrovavano distanziati dalla loro meta a causa dei fossati, mitologico!

Prendo tutto l’occorrente facendo attenzione a non dimenticare il mio drone e… zaino in spalla amici!

Come ho già detto anticipatamente il sole splende forte oggi su di noi, di conseguenza è la giornata perfetta per utilizzare la mia Vespa.

La vista è magnifica durante il tragitto, soprattutto quando l’aria ti accarezza il viso sensazione molto tipica del procedere in motorino, molto simile a quando si scia.

Dopo un lungo tragitto, contornato da un panorama fantastico, arrivo finalmente a Grisolia.

Un luogo molto particolare devo dire, arroccata su di un colle con boschi maestosi dove si possono ammirare castagni secolari o imbattersi in caprioli autoctoni.

Qui la natura la fa padrona.

Questo perchè Grisolia, fa parte del Parco del Pollino, il Parco Nazionale più esteso d’Italia, patria del famoso Pino Loricato!

Come di consuetudine decido di entrare in un locale in modo da provare qualche specialità del posto.

Gusto un buon tagliere di salumi e formaggi del posto accompagnati da un gustoso bicchiere di vino, prodotti tradizionali degl’artigiani del posto.

Soddisfatto della ricreazione inizio ad interloquire con l’anziano proprietario del locale, facendogli i complimenti per il prodotto offerto.

Sorpreso dalla mia cordialità l’anziano Signore inizia a raccontarmi qualche aneddoto sul territorio.

Tra le informazioni che mi hanno colpito di più sicuramente spicca la Leggenda delle pepite d’oro!

Questa leggenda racconta di qualche viandante che si avventurava a Grisolia speranzoso di trovare ricchezza, più precisamente delle pepite d’oro.

Questo perchè? Perchè la Leggenda è legata al nome del Borgo che deriva dal greco Chrousolea o dal latino Chrisena, che entrambi appunto significano oro.

Probabilmente non hanno mai trovato le ricchezze che speravano, ma sono sicuro che l’abbondanza paesaggistica di questo paese abbia colmato questa mancanza.

Facendo una camminata per i graziosi vicoli del borgo ho notato quanti monumenti storici sono contenuti in questo piccolo borgo.

Purtroppo il sole iniziava a calare, ma conoscete bene la mia passione per la storia dei luoghi che visito.

Di conseguenza decido di prenotare una camera in un grazioso BeB vicino la zona principale di Grisolia

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Angela ha detto:

    Meraviglioso racconto … complimenti …

    Piace a 1 persona

  2. José ha detto:

    Nos interesarían más comentarios sobre este pueblo, para quienes lo consideramos tan nuestro.

    Piace a 1 persona

Rispondi a Angela Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.