Tortora il comune incantato

Oggi la giornata è iniziata nel migliore dei modi.

Come di consuetudine mi sveglio presto e scendo al bar dove ogni mattina faccio una buona colazione.

Passo sempre a salutare il ragazzo che serve ogni giorno gentilmente prima di fare i miei 15000 passi giornalieri.

E stranamente oggi è rimasto un cornetto al pistacchio anche per me.

Sapete il cornetto al pistacchio di quest’artigiano è molto rinomato, motivo per cui raramente riesco a trovarne uno.

Ringrazio i commercianti e procedo verso il luogo in cui effettuo la mia passeggiata.

Ammirando il panorama che regalano alcuni scorci della mia città, inizio a pensare alla magnifica Riviera dei Cedri.

E pensandoci bene ora è da un pò di tempo che i miei viaggi non mi portano in quel piccolo paradiso nascosto, motivo per cui torno a casa in gran fretta ed inizio a scegliere una nuova meta per le mie avventure.

Tra i luoghi scelti uno in particolare ha attirato la mia attenzione.

“Tortora” come il mio uccello preferito. Chissà se sarà il simbolo stesso della città.. andiamo a scoprirlo!

https://it.wikipedia.org/wiki/Tortora_(Italia)#:~:text=300%20m%20s.l.m.&text=Tortora%20(T%C3%B9rturi%20in%20calabrese)%20%C3%A8,provincia%20di%20Cosenza%20in%20Calabria.

Sistemo tutto l’occorrente per il viaggio nel mio apposito zainetto, prendo le chiavi, metto in moto e si parte.

Oggi il tragitto è più breve rispetto al solito.

Questo perchè Tortora è il primo comune ospitante tutti i turisti che ogni anno vengono a visitare questa meravigliosa terra.

Particolarità

Come abbiamo appena accennato è il primo comune della Calabria nord occidentale che si affaccia sul Mar Tirreno, al confine con la Basilicata.

Il suo territorio prevalentemente collinare è incluso in gran parte nel Parco nazionale del Pollino, quindi possiamo immaginare la particolarità di flora e fauna che accompagnano ogni giorno questo luogo.

E come la maggiorparte dei territori che compongono la Riviera dei Cedri, inizialmente la popolazione si distribuiva maggiormente tra Centro storico e campagne.

Sino a completare il passaggio verso la marina in età più moderna per sfruttare al meglio le potenzialità che il mare offre… E che mare!

Un mare da Bandiera blu che ospita allegramente migliaia di turisti durante la stagione estiva.

Arrivo nel Centro storico di Tortora come di consuetudine mi fermo ad una bottega in modo da provare qualche specialità tipica del luogo o, in assenza, di gustare un buon caffè.

Noto subito che il proprietario disponeva dei capelli tipici di chi ha vissuto già molte stagioni.

Motivo per cui cerco subito un pò di dialogo per cercare di scoprire quali bellezze avrei dovuto assolutamente osservare in questo luogo.

La discussione non è stata molto esaltante, durata all’incirca 10 minuti, ma in compenso l’anziano Signore mi ha lasciato una brochure dove vengono elencati i luoghi più suggestivi di Tortora.

Ed è così che ho scoperto che…

Immagini del Museo di Blanda

“Il territorio tortorese ha visto la presenza dell’uomo fin dagli albori della storia umana.

Nella località Rosaneto è stato trovato un giacimento preistorico all’aperto risalente al Paleolitico Inferiore datato a circa centocinquantamila anni fa, uno dei più antichi siti preistorici italiani.

In questo sito sono stati rinvenuti un migliaio di strumenti litici, tra i quali 140choppers, 67 amigdale ed alcuni hachereaux.

La presenza umana sul territorio è continuata anche nei millenni a seguire come dimostrano gli scavi avvenuti ai piedi della falesia calcarea di Torrenave.

Negli strati inferiori degli scavi sono stati recuperati strumenti litici prodotti dall’uomo di Neanderthal nel Paleolitico Medio, mentre in quelli superiori compaiono gli strumenti tipici dell’homo sapiens sapiens (Paleolitico Superiore). “

E chi l’avrebbe mai detto che questo Paese era così Antico? Ma non deviamo i nostri obiettivi oggi, ci sarà tempo per raccontare e vedere ciò che di quegl’anni passati è rimasto presente a Tortora

Paesaggio Caratteristico

Il comune di Tortora gode di un paesaggio mozzafiato, essendosi sviluppato su di una pianura che si affaccia sul Golfo di Policastro.

La flora classica del Parco del Pollino colora ed arricchisce questo paesino.

Macchie verdi da un lato pronte ad inghiottirti e l’infinito del mare dall’altro pronto ad intrappolarti dentro di se.

Una sensazione fantastica

Essendo una giornata abbastanza calda decido di scendere più in giù della Pianura in modo da raggiungere Tortora Marina ed avere un incontro ravvicinato col mare.

Che dire… Ora capisco il motivo per cui questo paese ha ricevuto un riconoscimento così importante come la bandiera blu.

Senza pensarci troppo mi adagio in un posto appartato in modo da non essere disturbato, piedi in acqua poggiato su uno scoglio apro un libro che ho appena comprato ed inizio a leggere.

Tortora e la sua Blanda” il libro iniziava proprio così…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.